Chi siamo    +39 0543 476194    tassinari.ortoggi@virgilio.it

  • Coltivare l'orto sul terrazzo
    Orto sul balcone
    Coltiva le nostre piantine nel terrazzo di casa

Come creare un Orto sul balcone


Coltivare prezzemolo sul balcone L'orto domestico e soprattutto l'orto sul balcone sono diventati la moda "green" del momento. Non importa se hai a disposizione una piccola aiuola, un soleggiato terrazzo o un minuscolo balcone; perché i tuoi ortaggi e aromi cresceranno benissimo dandoti tante soddisfazioni. L'orto si è rivelato un'attività salutare per l'organismo perché ci consente di consumare il cibo a km zero; perché ci avvicina alla natura stando all'aria aperta; perché ci aiuta a ritrovare il benessere interiore e ci regala vantaggi economici.
Non dimentichiamo i più piccoli perché per loro sarà una vera scoperta e amore per la natura. Voi genitori potrete passare momenti piacevoli con i vostri figli e per loro sarà un gioco divertente e ludico dove impareranno a conoscere le verdure e le loro piante. Sicuramente saranno entusiasti di aiutarvi a prendere cura e a raccogliere con soddisfazione i frutti.

1 - Primo passo scegliere cosa coltivare e dove posizionare i vasi

Scegliete verdure e aromi adatti a piccoli spazi e che non richiedano terra molto profonda.
Le più facili da coltivare e adatte alla coltivazione in vaso sono:

  • Tutti i tipi di Aromatiche
  • Basilico Classico
  • Basilico Greco
  • Basilico Violetto
  • Basilico Anice
  • Basilico Cannella
  • Basilico Limone
  • Bieta da Costa
  • Bieta da Taglio
  • Bieta Multicolor
  • Carota
  • Cavolo Cappuccio verde e rosso
  • Cipolle
  • Cetriolo
  • Cetriolo Lungo
  • Cetriolo Snack
  • Cetriolo da Aceto
  • Radicchi e Cicorie
  • Finocchio
  • Fragole Rifiorenti
  • Fragole di Bosco
  • Tutti i tipi di Indivia
  • Tutti i tipi di Lattugha
  • Melanzane di tutti i tipi meglio se Innestate
  • Peperoncini Piccanti di tutti i tipi
  • Peperone friggitello
  • Peperone da Aceto
  • Peperone Corno Giallo e Rosso meglio se Innestato
  • Peperone Grosso Giallo e Rosso meglio se Innestato
  • Pomodoro Ciliegino Rosso
  • Pomodoro Ciliegino Giallo
  • Pomodoro Ciliegino Grosso da Cocktail
  • Pomodoro Ciliegino zebrino
  • Pomodoro Datterino Rosso
  • Pomodoro Datterino Giallo
  • Pomodoro Piccadilly
  • Pomodoro Salentino
  • Pomodoro Pendolino
  • Pomodoro Innestati
  • Zucchino Alberello
  • Zucchino da Fiore
  • Stridolo
  • Sedano
  • Prezzemolo
  • Prezzemolo riccio

L'habitat per le vostre piante può essere un balcone; un terrazzo; un aiuola o un giardino.
Se il vostro balcone o terrazzo è rivolto verso sud cioè in pieno sole è L'habitat ideale per coltivare le Aromatiche e la maggior parte degli ortaggi ma dovrai abbondare e innaffiare più di frequente.
Fate attenzione anche al pavimento perché nei periodi più caldi dell'anno diventerà rovente e le piante più delicate potranno soffrire.
L'esposizione migliore è a est dove batte il sole al mattino o a ovest dove il sole batte al pomeriggio.
Basta anche solo mezza giornata di sole e questi ortaggi si sviluppano in maniera rigogliosa e daranno tanti frutti.
Se l'esposizione è a nord quindi con ombra è perfetto per Menta, Melissa, Maggiorana, Bieta di tutti i tipi, Cavoli, Lattughe, Radicchi, Cicorie, Scarole, Cetrioli, Rucola, Prezzemolo e Basilico.
Mentre in pieno sole vanno bene Fragole Rifiorenti, Melanzane, Pomodori, Rosmarino, Timo e Zucchini perché amano la luce intensa resistono al calore e i suoi frutti maturano con il sole.

2 - Scegliere le dimensioni e la profondità dei vasi

I vasi vanno bene sia di plastica che di terracotta sia tondi quadrati e rettangolari.
La cosa importante è l'ampiezza del vaso e la profondità.
La larghezza dei vasi deve essere almeno di 40 cm elaborazione profondità almeno di 40-50 cm.
Se optate per delle vasche o vaschette (tipo fioriere )le dimensioni devono essere di almeno 50 cm.
Nelle vaschette però potete coltivare solo alcuni tipi di ortaggi come:

  • Basilico di tutti i tipi
  • Prezzemolo
  • Prezzemolo Riccio
  • Rucola
  • Fragole Rifiorenti
  • Fragole di Bosco
  • Stridolo
  • Peperoncini piccanti di tutti i tipi

Se invece disponete di un grande terrazzo o di un area cementificata (vicino al garage ; vicino ad una siepe oppure se abitate in un condominio potete utilizzare un'area comune dove potrete fare un orto condominiale) potete optare per un aiuola fatta in legno profonda 1 metro e lunga a piacimento. Altre soluzioni originali che anche noi in vivaio abbiamo provato sono:

  • Cassoni di legno o di plastica (quelli usati per la raccolta della frutta)riempiti con terriccio e terra per coltivare all'interno le vostre piante da orto
  • Cassette di legno riempite con terriccio e terra
  • Bottiglie o taniche di plastica riciclate (tipo quello di olio, vino o acqua distillata) dove coltivare pomodori aromi e peperoncini a testa in giù. Sarà facile da posizionare perché lo potrai appendere con un cordone o fil di ferro dove vuoi tu.

3 - Scelta del terriccio o terra

Per favorire un ottimo drenaggio nel fondo del vaso andrà preparato uno strato di argilla o resti di vasi rotti in terracotta o ghiaino (che potrai trovare anche sotto casa).
Mentre per il terriccio ne troverete di tanti tipi in commercio noi consigliamo di scegliere un ottimo terriccio perché molto importante per la crescita e lo sviluppo.
Un altro consiglio se è possibile di mischiare terriccio con un po di terra di "campo" o del giardino per un miglior nutrimento e sviluppo della pianta.
Utilizzando la terra potrà capitare che la superficie si indurisca e che si crei una crosta di terra basterà rompere con una paletta o rastrello la superficie di terra indurita.
Si può aggiungere un Po di sabbia al terriccio per favorire il drenaggio e per mantenere il terriccio più sciolto e friabile.
La Carota cresce benissimo nella sabbia perché la sua radice potrà entrare in profondità dritta e robusta senza ramificazioni.

4 - QUARTO PASSO - Il trapianto degli ortaggi

In base al vostro spazio, all'esposizione e al tipo di vaso potete scegliere che ortaggio piantare. Le piante che hanno meno esigenze e che si adattano più facilmente di altre sono:

  • Basilico di tutti i tipi
  • Prezzemolo
  • Prezzemolo Riccio
  • Fragole Rifiorenti
  • Fragole di Bosco
  • Rucola
  • Peperoncini di tutti i tipi
  • Bieta
  • Lattughe
  • Pomodori
  • Stridolo

Prima di trapiantare annaffiare bene la pianta se in cubetto immergerla per alcuni minuti in un secchio d'acqua così assorbirà al meglio l'acqua per un miglior attecchimento.
Quando acquistate una pianta in vasetto dopo averla tolta dal vaso è importante aprire la zolla in tre parti per un miglior attecchimento .
Il terriccio deve coprire il panetto di terra senza soffocare la pianta.
Dopo il trapianto potete passare all'innaffiatura dei vostri vasi bagnando solo il terreno attorno alla pianta senza bagnare le foglie ( se bagnate le foglie si possono creare delle malattie alla pianta).
Nei periodi più caldi il trapianto andrebbe fatto di sera dopo il tramonto.
I trapianti si possono fare tutto l'anno con Lattughe, Cipolle, Bieta, Prezzemolo, Cicoria Catalogna e Rucola.

L'orto estivo si pianta da aprile a giugno.
L'orto invernale si pianta da luglio a settembre.

5 - Come annaffiare l'orto sul balcone

Coltivare basilico sul balcone Gli apporti idrici dovranno essere frequenti ma mai troppo abbondanti e in base al tipo di pianta, al suo sviluppo e alla temperatura.
Mai bagnare le piante con il getto a pioggia.
Il metodo giusto è direzionale il getto dell'acqua verso il terreno o nei bordi.
Dopo il trapianto innaffiare due o tre volte a settimana ( se piove e il terreno è bagnato saltare le innaffiature).
Quando la pianta è in produzione e le temperature sono elevate aumentare le innaffiature a un giorno si a un giorno non.
Se esposte in pieno sole annaffiare anche tutti i giorni se il terreno si asciuga molto.
Cosa molto importante prima di innaffiare guardate il terreno se ha bisogno d'acqua.
Ricordatevi che troppa acqua può far morire la pianta (la pianta si abbandona).
Le piante esposte all'ombra vanno diminuite le innaffiature.
Il momento migliore della giornata per innaffiare è la sera tardi dopo il tramonto o meglio ancora alla mattina presto.

6 - Mettere dei sostegni a pomodori, cetrioli e melanzane

In Pomodori Cetrioli e Melanzane sono necessari dei sostegni per sostenere e far crescere correttamente la pianta.
I sostegni migliori sono canne di bambù o di plastica da inserire nel terreno vicino al fusto della pianta.
Andrà fissata alla pianta con dei legacci di plastica senza stringere perché potrebbe strozzare i bracci più giovani e delicati.
Nei Cetrioli andrà fissata anche una rete di plastica per facilitare e far rampicante la pianta.

7 - Prevenire le malattie con poltiglia bordolese e rame

Dopo il trapianto ogni sette giorni fare dei trattamenti preventivi per malattie con poltiglia bordolese e rame ( concessi anche in Biologico ).

8 - Cosa fare se le piante si ammalano

In commercio ci sono tanti prodotti per ogni malattia quindi fatevi consigliare dal vostro negoziante di fiducia mostrando una foglia della pianta malata.
Mentre se volete un prodotto totalmente naturale e biologico potete fare dei trattamenti casalinghi con :

  • Macerato di Ortica Aglio e Peperoncino
  • Macerato di Equiseto
  • Macerato di Nicotina
  • Olio di neem
  • Infuso di The
  • Bicarbonato di sodio
  • Sapone di Marsiglia
  • Cenere di legna
I trattamenti vanno fatti di sera quando il sole è tramontato.

9 - Come e quando concimare

Concimare va benissimo xo attenzione a non Concimare troppo perché potreste bruciare le radici.
Attenzione a Concimare quando fa molto caldo .
Cosa molto importante non mettere il concime al momento del trapianto ( farlo dopo 15/30 giorni dal trapianto) peggio ancora è mettere il concime a contatto con le radici.
Consigliamo concime granulare a lenta cessione e sconsigliamo quello liquido perché se non si è esperti si può bruciare la pianta.
Concime naturale ed economico è il Compost con scarti di cucina e del giardino.

10 - Raccolta e lavaggio della verdura

Per chi ha un balcone nel centro città o in una strada molto trafficata e piena di smog le verdure vanno lavate benissimo.
Il metodo migliore per lavare la verdura è con bicarbonato o mettere a mollo con amuchina.
Un trucco è quello di riparare le piante verso la strada con tessuto non tessuto bo rete ombreggiate a maglia fine.
Così si terrà lontane le polveri sottili facendo filtrare acqua e sole.

11 - Cinque errori da non fare

  • Sbagliare la scelta è l'esposizione delle piante
  • Sbagliore il tipo di terreno
  • Coltivare troppi ortaggi nello stesso vaso oppure lasciare poca distanza da pianta a pianta
  • Bruciare la pianta con troppo Concime
  • Annaffiare troppo la pianta oppure stressare la pianta con poche innaffiature